Scuola in psicoterapia

SPAD è una scuola di psicoterapia ad indirizzo psicodinamico riconosciuta dal MIUR

 

Centro Clinico

Psicologi, psichiatri e psicoterapeuti per il benessere della persona e per la tutela dello sviluppo, a partire dalla gravidanza fino all’età giovane adulta.

Scuola di Specializzazione in Psicoterapia

Spad è una Scuola di Specializzazione in Psicoterapia, riconosciuta con DM del 29 Gennaio 2001. Nasce con il patrocinio dell’ANNA FREUD CENTRE di Londra e grazie all’impiego di professionisti esperti di psicologica dello sviluppo, della ricerca clinica e della psicoterapia psicodinamica dell’adolescenza. L’attività clinico-formativa della Scuola di psicoterapia si inserisce infatti a pieno titolo nell’ampio dibattito teorico clinico volto all’integrazione delle conoscenze attuali in grado di cogliere le sfide poste dai cosiddetti “Nuovi Adolescenti”.

Gli allievi della nostra scuola si occuperanno quindi di adolescenti e giovani adulti, compresi nella fascia d’età 12-26 anni. Di conseguenza si presterà particolare attenzione agli aspetti evolutivi di questa fase del ciclo vitale. Si terrà conto inoltre, per l’indirizzo psico-dinamico della SPAD, che la psicoanalisi non è solo teoria della psicopatologia e tecnica terapeutica, ma costituisce anche una mappa concettuale di psicologia generale che propone un preciso modello di sviluppo dell’essere umano.

Chi siamo

Vuoi saperne di più sui nostri corsi?

Il centro clinico

L’equipe del Centro Clinico è composta da psicologi, psichiatri e psicoterapeuti con una formazione eterogenea ma accomunati dal comune interesse per il benessere della persona e per la tutela dello sviluppo, a partire dalla gravidanza fino all’età giovane adulta.

Scopri di più
centro clinico SPAD - scuola di specializzazione in psicoterapia

Ci troviamo a Prati nel cuore di Roma.

“Com’è bella la vostra età, ricordo e conosco anch’io quella nebbia azzurra[…] quella che vela tutto, in quel tempo beato in cui è appena finita l’infanzia[…] e da quel cerchio immenso, fortunato e gaio, il cammino si fa sempre più angusto e ne vien gioia e sgomento[…] chi non è passato attraverso questo?”
Lev Tolstoj